Marina Manusardi

Terminati gli studi liceali, mentre consegue il diploma della Scuola Interpreti, si dedica progressivamente alla vita ed all’attività della FINARTE SpA, prestigiosa Casa d’aste fondata nel 1959 da suo padre, Giammanco Manusardi. Vi svolge la sua piena attività dal 1965 al 1983, assumendo progressivamente la responsabilità dell’organizzazione delle aste di pittura antica e di quella dell’Ottocento, nonché delle opere d’antiquariato, impostando e realizzando una lunga serie di cataloghi, assai apprezzati anche per le qualità editoriali; attività questa che la mette in contatto, per la selezione e la valutazione delle opere e per la loro presentazione, con prestigiosi collezionisti, nonché con i migliori critici d’arte delle diverse aree e tendenze.ntNel 1983 apre a Milano, insieme alla sorella Anna anch’essa partecipe per lunghi anni della vita della Finarte per l’area della pittura moderna, lo studio di consulenza d’arte in Via Caminadella 13, dove – in qualità di iscritte al Collegio Lombardo dei Periti, Esperti e Consulenti - svolgono consulenza tecnica per il Tribunale di Milano e artistica per il collezionismo privato in generale. Il loro studio è stato il primo a svolgere consulenza d’arte a Milano e tra i primi in Italia, inaugurando una formula poi seguita da altri colleghi.ntI servizi offerti dallo Studio Manusardi di consulenza artistica sono i seguenti: attribuzione e verifica di autenticità di dipinti ed oggetti d’arte, valutazione secondo il valore reale di mercato, assistenza in occasione di divisioni ereditarie, assistenza a quanti desiderano acquistare o alienare opere d’arte, valutazione di patrimoni artistici e collezioni al fine della copertura assicurativa, realizzazione di cataloghi critici e fotografici, inventari fotografici di collezioni.ntFin dal 1995 Marina Manusardi raccoglie materiale documentario sull’attività pittorica dei noti fratelli Induno, confluito successivamente nell’Archivio Generale delle Opere di Domenico e Gerolamo Induno gestito dallo Studio Manusardi.ntNell’ambito di questa iniziativa ha organizzato annualmente, tra il 1993 ed il 1996, in sede, alcune mostre di pittura degli Induno, ed ha quindi partecipato all’organizzazione delle mostre di Tortona (Domenico e Gerolamo Induno: la storia e la cronaca scritte con il pennello. Palazzo Guidobono, 14 Ottobre 2006 – 7 Gennaio 2007), Genova (Garibaldi nell’immaginario popolare. Palazzo Pantaleo Spinola, 8 Marzo – 10 Aprile 2007) e Mantova (La nazione dipinta. Storia di una famiglia tra Mazzini e Garibaldi. Fruttiere di Palazzo Te, 14 Ottobre 2007 – 13 Gennaio 2008). Per ciascuna mostra lo Studio ha fornito opere e materiali d’archivio.ntMarina Manusardi ha pubblicato in riviste specializzate diversi articoli sulla pittura degli Induno, ed ha in preparazione la pubblicazione del Catalogo Generale delle Opere di Domenico e Gerolamo Induno.ntE’ socia del Soroptimist Club Milano Fondatore, il più antico d’Italia, di cui ha assunto la presidenza nel biennio 2008-2010.